sabato 15 ottobre 2011

I-dà-lò!

Come già vi avrà detto Google, oggi è l'88esimo anniversario della nascita di Italo Calvino, autore letteralmente adorato in Cina e continuamente tradotto, letto e studiato. Anni fa ci fu una vera e propria calvinomania, con artisti, intellettuali e professori che citavano il Nostro a ogni pié sospinto, dedicandogli opere o ispirandosi ai suoi libri.
Ogni tanto incrocio la gente più svariata, tassisti, impiegate, studenti, che alla risposta I-dà-lì-ren -italiana- si illuminano. So che un secondo dopo mi diranno "Idàlò Calvino!" con aria estasiata e complice da parola d'ordine per bibliofili clandestini. Oddio, qualcuno invece mi cita Paolo Maldini e Roberto Baggio, ma percentualmente il buon vecchio calvin li batte 5 a 1, e sono soddisfazioni.

5 commenti:

dede ha detto...

e son soddisfazioni sì, pensa ti citassero Moccia

Fabipasticcio ha detto...

Meraviglioso! tutto sommato Roberto Baggio o Maldini ogni tanto ci posson anche stare meglio di altri personaggetti che infestano questo paese.

calicanthus ha detto...

Il mondo è capovolto! In America pensano subito al bunga bunga, ma perché sono comunisti. In Cina pensano a Calvino...

Esmé ha detto...

non parlare male di Roberto Baggio se no non sei più mia amica!(e mi faresti un regalo se mi dicessi come lo pronunciano i musi gialli).

Mav ha detto...

@Esmé
Ma figurati, personalmente sono più fan di Lobèlto Ba-ghghiò (lo pronunciano all'incirca così) che di Calvino.
Proprio perché ti voglio bene aggiungo "Ti de tai piaoliang!" (giocava troppo bene!), che è il ritornello comune quando si parla del divin codino.