sabato 25 ottobre 2008

Cronache di Narnia - seconda parte

Venerdì 25
-S si sveglia all'alba per fare jogging. All'alba e 07 collassa a terra per l'inquinamento.
-Incontro informale con il ministro degli esteri cinese, estremamente seccato per il premio Sakharov andato al dissidente perseguitato Hu Jia. S solidarizza dicendo che il più seccato è lui, che meritava il premio da anni visto che è perseguitato da stampa e magistratura comunista. L'interprete traduce con "l'occidente non dovrebbe giudicare la politica interna di un paese così complesso"
-Pranzo ufficiale. S si lamenta se non si può fare qualcosa per togliere l'onnipresente sapore di aglio. L'interprete traduce con "posso avere molta ma molta più salsa piccante su questo piatto?"
-Il vertice è al termine. Per stemperare la serietà dell'atmosfera, S comincia a raccontare la barzelletta del cinese che sta riducendo sul lastrico un italiano, un francese e uno spagnolo. Non riesce a terminare perché l'interprete confessa di avere ucciso Meredith, qualunque cosa pur di levarsi da questo qui, la pazienza ha un limite. Trambusto. L'interprete viene prontamente trasferito nelle miniere di sale di Golconda.
-Saluti finali. S riparte per il Kazakistan, pardon l'Italia.

1 commento:

roberta ha detto...

HA HA HA. Grazie per questi momenti di buonumore. Vivendo in Italia purtroppo non riesco più a trovare nulla di divertente in berlusconi, ma visto dalla cina fa ancora ridere.

Un grande abbraccio.