martedì 28 ottobre 2008

Ideodrammi.

E' la mia prima lezione e già sono l'ultima della classe. Il fatto è che per le altre è la seconda, quindi mi sembrano tutte infinitamente più brave e spedite di me. Per giunta la lezione è sui soldi, cioé numeri e soldi, un argomento che non è il mio forte neanche in italiano. Le altre poi hanno un inglese velocissimo e perfetto. Beh, in effetti una è inglese, una texana, la terza è di Bombay e la quarta è svixera (tedesca eh, non sia mai che conosca qualcuno che parli italiano, qui). Una cosa per ora ho capito di questa lingua: è puro delirio. E questa è la versione semplificata in pinyin, per neanderthaliani. I cro-magnon vanno all'università, che vuol dire quattro ore di lezione al giorno (proibito interrompere, far domande e sono previste bacchettate per i disattenti, sul serio), più 30 ideogrammi al giorno da memorizzare e scrivere, il che vuol dire altre quattro-cinque orette di compiti a casa tutti i giorni. Il mio invece è un corso per mollaccioni: tre volte a settimana, non leggo e scrivo se non gli ideogrammi base e devo imparare solo una ventina di parole alla volta. Sconforto totale. Ma perché faccio 'ste cose, invece di fare maratone di shopping come gli esseri umani normali? 

5 commenti:

cate ha detto...

...perchè ti servirà per negoziare il prezzo migliore per quella borsa di Marc Jacobs che hai visto in una vetrina di Beijing qualche giorno fa!!!!!

ubu ha detto...

Dai che sarà bellissimo. Poi, nel ricordo. ;-)

Mav ha detto...

cate, hai fatto un altro corso di automotivazione aziendale, vero? c

Daniela ha detto...

...e pensa alle storie da caminetto che avrai da raccontare, un di', ai nipotini. Sempre che le bacchettate per la disattenzione non ti colpiscano troppo forte e in testa. Perche', nel caso, non te le ricorderai. Hang in there, come NON si dice in cinese.

Mav ha detto...

grazie per l'incoraggiamento, spero di non beccarmene troppe!